Urbis supporta il Premio Internazionale di Danza San Nicola

Un week end in nome della danza anche se solo virtualmente! Andrà on line quest’anno il Premio Internazionale di Danza San Nicola promosso dalla Breathing Art Company diretta da Simona De Tullio, premio quest’anno all’edizione X special, come l’ha voluta definire la direttrice artistica, un premio che non sarà tale ma si presenterà con una nuova veste e nuova immagine in questo periodo di emergenza sanitaria.

Quest’anno l’evento prevede una serie di incontri e masterclasses gratuite rivolte a docenti e danzatori con coreografi e personalità di spicco del mondo della danza, un’edizione speciale che vuole tenere vivo l’amore per la danza con attività formative che possano unire la comunità in questo periodo.

Dopo la presentazione on line l’evento entra nel vivo sabato alle ore 18.00 con la lezione di storia della danza classica tenuta dal Prof. Dario Candia, a seguire masterclass di Danza Classica alle 19 con il direttore del NDI New Mexico Rodney Rivera. Domenica 13 la giornata ricca di appuntamenti si aprirà con una conversazione con Giada Matteini da New York che presenterà il progetto WADE, una compagnia internazionale sensibile al tema della violenza contro le donne, appuntamento alle 17. Seguirà alle 18.00 la lezione di tecnica contemporanea con Nicole Caruana, artista freelance di talento, ospite nella prossima stagione della Breathing Art Company. Alle 19.15 si continua con la Prof.ssa Maria Rinaldi e la sua lezione di storia della Modern dance. Chiude il premio un momento dedicato all’Island Moving Company di Newport, partner della Breathing Art Company, protagonista del film per la danza Out of Ruin diretto da Marta Renzi con le coreografie di Miki Ohlsen e Danielle Genest Konicheva, alle 21, un film nato in piena pandemia negli spazi aperti di Rhodes Island.

In attesa di tornare in scena la Breathing Art Company continua la sua attività on line e di supporto per la comunità della danza, questa volta con il sostegno del progetto Urbis del Comune di Bari che permette di offrire queste attività gratuite. Obiettivo di queste giornate è la creazione anche di un coordinamento regionale per il settore formazione danza in Puglia che si è visto schiacciare in questi mesi dall’emergenza sanitaria.

 

 

Chiudi il menu